1. Home
  2. Web Marketing
  3. Portata post in calo sulla tua pagina Facebook? Ecco perchè!

Portata post in calo sulla tua pagina Facebook? Ecco perchè!

Hai notato che la portata dei tuoi contenuti su Facebook è diminuita? Quasi sicuramente sì, ora ti starai chiedendo: perchè?!  Negli ultimi mesi Facebook è stato chiaro a riguardo e qualche mese fa ne abbiamo parlato (Facebook: ecco le modifiche all’Edge Rank). Se hai almeno una pagina su Facebook avrai notato che la portata di qualsiasi tipo di contenuto condiviso è inferiore rispetto a quanto accadeva un anno fa per esempio.

Stando a quanto riportate da Ad Age, Facebook ha comunicato quanto segue:

“We expect organic distribution of an individual page’s posts to gradually decline over time as we continually work to make sure people have a meaningful experience on the site.”

Facebook propone solo i contenuti che reputa interessanti per gli utenti, quindi nel caso in cui l’utente Mario o l’utente Pino non abbia interagito con la tua pagina nelle sue ultime 50 interazioni, semplicemente non riceverà più i tuoi aggiornamenti. Per poterlo coinvolgere nuovamente dovrai ricorrere alla pubblicità a pagamento di Facebook utilizzando i cosiddetti “annunci sponsorizzati”.

L’obiettivo di Facebook è offrire una piattaforma dove gli utenti passino più tempo possibile per avere un maggiore ritorno economico. In questo modo è possibile visualizzare più annunci sponsorizzati e di conseguenza il revenue è maggiore. Chi fino ad ora ha investito tempo e denaro per raccogliere grandi quantità di fan si trova ad un bivio: investire nella pubblicità a pagamento riuscendo a coinvolgere un buon numero di utenti o puntare sullaviralità con dei contenuti di altissima qualità.

Investendo negli annunci sponsorizzati la promozione sarà relativamente più facile ma va considerato un budget giornaliero/mensile per promuovere tutti i post o almeno quelli più interessanti. Puntando sulla viralità dei contenuti invece si va ad affrontare un investimento in termini di tempo e/o anche monetario per la produzione di un buon piano editoriale e strategico. Vorrei fare notare che la creazione di contenuti altamente virali è molto difficile e solitamente non prevedibile come qualcuno potrebbe pensare. Certo si può lavorare seriamente alla presentazione originale dei propri servizi o prodotti ma non ci sarà mai la garanzia che il passaparola spontaneo raggiunga livelli altissimi.

Nelle ultime settimane qualcuno (senza fare nomi) è arrivato a rivolgersi a tribunali ed all’Antitrust per quasi cambio di Facebook che porta alla perdita di utenza senza ricorrere ad investimenti diretti. Personalmente lo trovo ridico, alla fine sei a casa di qualcun’altro in modo gratuito e pretendi di avere ragione?

Concludo ripetendo che in ogni caso la strategia di promozione deve essere pensata includendo più canali, differenziando quindi le fonti di potenziali interessati . Dipende dal tipo di attività che si va a promuovere ma di base una buona formula potrebbe essere: SEO/SEM (ricerca organica e non), Social (Facebook, Twitter, Google+, Linkedin, Pinterest, Instagram), newsletter, blogging  e offline.

Alex Skerlavaj

Amministratore della Delex Digital Agency e Vicepresidente Giovani Imprenditori Confcommercio Trieste, si occupa della parte strategica e progettuale web e mobile.

E-Mail: alex.s@delexdigital.it

POST CORRELATI

COMMENTI